"Le persone sono un pò come le scarpe. Per capirle devi farci un pò di strada"
M. Fanni Canelles

Partner

LOGO3.jpg

Logo-Mielina-5.jpg

Favole

drag.png

Dove Trovarci

top.ht1.jpg

Collaborazioni

LSI Portsmouth

Collarorazione di @uxilia con LSI Portsmouth. Per informazioni: http://www.lsi-portsmouth.co.uk/it/

Leggi tutto ...

Fraternity Fellowship Community

Fraternity Fellowship Community collabora con Auxilia per lo Sri Lanka per maggori informazioni su Fraternity Fellowship Community http://www.koinoniabatti.com/index_files/Page434.htm

Leggi tutto ...

Maram Foudation

Maram Foundation collabora con Auxilia per il sostegno in siria per maggiori informazioni si Maram Foundation http://maramfoundation.org/

Leggi tutto ...

Spes

Spes Onlus - Solidarietà per l'Educazione allo Sviluppo

Leggi tutto ...

I Bambini di Nassiriya Onlus

Cultura è libertà Per maggiori informazioni

Leggi tutto ...

Collaborazioni universitarie

Socialnews collabora con molte università italiane Per saperne di più

Leggi tutto ...

Il Focolare Onlus

Aiuto e sostegno per l'affido famigliare Per maggiori informazioni 

Leggi tutto ...

Progetto Mielina

Il Progetto Mielina partner di @uxilia

Leggi tutto ...

Il Segretariato Sociale RAI patrocinia il mensile SocialNews

 Il Segretariato Sociale RAI patrocinia il mensile SocialNews

Leggi tutto ...

LIBRI

Presentazione del libro "Hacker Republik" a Trieste 

hacker-republic

 

28 Maggio 2010 

Libreria Minerva
Trieste, Via S. Nicolò 20

L’hacker Ghioni racconta come navigare sicuri in rete: occhi aperti e buon senso. L’ex responsabile della sicurezza informatica Telecom è noto al grande pubblico per il caso intercettazioni. L'evento è organizzato da @uxilia e SocialNews.

Vive soprattutto di notte, solitario, in luoghi remoti, nascosti e soprattutto in ”guerra con i propri simili”. Sembra la descrizione classica di un vampiro ma è piuttosto l’identikit dell’hacker (il pirata informatico), immagine che Fabio Ghioni, scrittore, conferenziere, massimo esperto della sicurezza, lui che della stirpe appare tra i sovrani al mondo, fornisce in un capitolo del suo ultimo libro, ”Hacker Repubblic” (Ed. Sperling&Kupfer), testo già divenuto culto, tavola dei moderni

comandamenti per non cadere in tentazione nel mondo della rete. Il profeta ha fatto scalo anche a Trieste. Lo ha fatto in carne, magliette e felpe (quelle da lui stesso griffate), rispondendo lo scorso venerdì all’appello della Associazione @uxilia Onlus e da Socialnews, per un incontro moderato dal giornalista Fausto Biloslavo, organizzato alla libreria Minerva.

Il ”vampiro” Ghioni non fa paura, anzi. Predica l’attenzione, cerca di svegliare le coscienze e soprattutto, senza soluzioni troppo tecnicistiche, cerca di regalare semplici istruzioni per l’uso di internet e dintorni.

A volte i toni sembrano romanzati, a base di riferimenti al terrorismo, allo spionaggio e allo scibile della criminalità. Aneddoti che appaiono inoltre estrapolati da saghe di fantascienza ma che alla fine riconducono le problematiche sollevate da Fabio Ghioni verso un puro estratto del quotidiano, quello che esiste senza apparire: «La questione si lega anche a questa considerazione, ovvero se il fenomeno non si palesa, sembra non esista. Non è purtroppo così», ha affermato Fabio Ghioni nel corso della affollata conferenza. «Ci sono oscurità sottostanti e non è certo a causa degli hacker che molte persone vengono violate nel loro patrimonio individuale».

Toni limpidi quelli di Ghioni, conduzione agile quella di Biloslavo, quasi a voler stemperare alcuni indecifrabili quesiti del pubblico. L’autore di ”Hacker Repubblic” non si è inoltre sottratto a una succinta analisi delle sue disavventure legali, legate ai trascorsi in carcere quando, in veste di responsabile della Sicurezza informatica di Telecom Italia venne coinvolto nelle ”incursioni” nella rete del Corriere della Sera, nei rapporti con il Sismi e nel caso del sequestro di Abu Omar, l’Iman di Milano: «Da quelle vicende ne sono uscito bene, tutto risolto – ha spiegato Ghioni – per me è stata una lezione di vita, mi sono causato da solo certi problemi. Di certo non porto rancore a nessuno».

Fabio Ghioni archivia il files e accentua i messaggi solari, non virtuali. Una parte dei proventi del libro andrà in beneficenza e sarà lui stesso la guida di alcuni volontari di Socialnews, realtà triestina curata dal medico Massimiliano Fanni Canelles impegnata nella sensibilizzazione nelle scuole sui pericoli gravitanti in rete. Il vero antivirus? il buon senso, anzi: «Aprire gli occhi – ha sentenziato Ghioni – e realizzare il vero mondo che ci circonda».

Francesco Cardella.

 

PHOTOGALLERY

L'incontro

ALIM3500.JPGALIM3504118.JPGALIM3507124.JPGALIM3509127.JPGDSCN7389120.JPGhacker-republic.jpg

 

ARTICOLI 

ilpiccologhioni2170.jpgilpiccologhioni3152.jpg

 

VIDEO

 

LINK UTILI

Locandina

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più privacy policy.

Accetto i cookies per da questo sito.