Partner

LOGO3.jpg

Logo-Mielina-5.jpg

Favole

drag.png

Dove Trovarci

top.ht1.jpg

Collaborazioni

LSI Portsmouth

Collarorazione di @uxilia con LSI Portsmouth. Per informazioni: http://www.lsi-portsmouth.co.uk/it/

Leggi tutto ...

Fraternity Fellowship Community

Fraternity Fellowship Community collabora con Auxilia per lo Sri Lanka per maggori informazioni su Fraternity Fellowship Community http://www.koinoniabatti.com/index_files/Page434.htm

Leggi tutto ...

Maram Foudation

Maram Foundation collabora con Auxilia per il sostegno in siria per maggiori informazioni si Maram Foundation http://maramfoundation.org/

Leggi tutto ...

Spes

Spes Onlus - Solidarietà per l'Educazione allo Sviluppo

Leggi tutto ...

I Bambini di Nassiriya Onlus

Cultura è libertà Per maggiori informazioni

Leggi tutto ...

Collaborazioni universitarie

Socialnews collabora con molte università italiane Per saperne di più

Leggi tutto ...

Il Focolare Onlus

Aiuto e sostegno per l'affido famigliare Per maggiori informazioni 

Leggi tutto ...

Progetto Mielina

Il Progetto Mielina partner di @uxilia

Leggi tutto ...

Il Segretariato Sociale RAI patrocinia il mensile SocialNews

 Il Segretariato Sociale RAI patrocinia il mensile SocialNews

Leggi tutto ...

La scelta del nome @uxilia

Auxilia è un nome latino che corrisponde alle “truppe d'appoggio”. Le Truppe Ausiliarie (le auxiliae) furono un corpo dell’esercito romano costituito dai guerrieri non italici, prevalentemente sarmati, che avevano sviluppato particolari innovazioni nelle tecniche di combattimento. In base al grado di specializzazione le “auxilia” non erano solo delle forze aggiuntive, ma complementari rispetto alle legioni italiche e sono risultate fondamentali nella difesa dei confini del regno. I generali delle Auxiliae erano scelti fra i figli più forti dei guerrieri Sarmati e presi da un territorio che adesso corrisponde all’attuale Euroregione ( Friuli, Austria, Slovenia, Croazia, Serbia, Bosnia, Ungheria ) che alla caduta del regno romano parte di questo territorio fu la localizzazione geografica del regno Longobardo la cui capitale era Cividale dove @uxilia è nata ed ha la sede.

Lucius Artorius Castus nato da genitori Sarmati nel II secolo d.C. – negli attuali Balcani- è stato un condottiero romano che secondo gli ultimi studi corrisponderebbe alla figura di “Re Artù”. Nel suo sarcofago ora a Podstrana, sulla costa della Dalmazia si legge "dux leg cohortium alarum Britaniciniarum". Artorius Casto era un centurione della legione Gallica - III Auxilia dislocata nella provincia di Britannia attorno al 122. Artorius ebbe il titolo, "dux", riservato a chi si era distinto per imprese eccezionali. Le più antiche fonti su Artù non si riferiscono a lui col titolo di re, ma con quello di dux bellorum, cioè di comandante delle guerre. Le stesse fonti collocano il quartier generale di Artorius Castus a Caerleon ( in sarmato Camelot letteralmente la "Fortezza delle legioni" Auxilia). A Camelot Artorius crea un luogo instillato dal concetto della vita cavalleresca dove onore e ideali dovevano prevalere su tutto il resto e dove le decisioni venivano prese da un collegio di cavalieri in funzione dell'aiuto reciproco e delle proprie speranze e sogni. La cultura dei Sarmati presenta varie connessioni con le leggende arturiane: lo stendardo di Artù era il "Pendragone", un drago rosso corrispondente alla moderna bandiera del Galles; i sarmati avevano un'enorme devozione, quasi religiosa, per le spade: il loro culto tribale era rivolto a una spada conficcata a terra, i sarcofaghi dei condottieri avevano conficcata nella pietra la spada d’ordinanza che presenta suggestive analogie con la leggendaria Spada nella roccia.

Camelot secondo la leggenda era quindi la fortezza di Re Artù ma è anche una rappresentazione di un luogo di giustizia e democrazia. Negli Stati Uniti, la parola "Camelot" viene per esempio spesso usata per riferirsi al periodo della presidenza di John F. Kennedy (1961-1963), considerato come un'epoca idilliaca bruscamente interrotta. Camelot è il nome di un'utopistica società basata sullo sviluppo dei talenti, della meritocrazia, dell’innovazione in cui tutti si mettono a disposizione dell'altro per il bene collettivo. 

Oggi la nostra società presenta molte analogie alla decadenza dell'impero romano. Forse è utopistico ma assolutamente necessario poter almeno adoperarsi per poter ricostruire una Camelot reale. @uxilia secondo gli scopi iniziali è la base su cui concentrare le energie perchè questo possa concretizzarsi e dare un senso alla nostra vita terrena, in parte molti risultati sono stati raggiunto altri un pò meno ma teniamo le nostre posizioni e continuiamo ad adoperarci perchè la nostra società possa non implodere rendendo inutili i sacrifici di molti uomini e donne che ritenevano corretto rinunciare addirittura alla propria vita per il bene altrui.

 

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più privacy policy.

Accetto i cookies per da questo sito.