Vicenzo Vavuso

Il tallone di Achille

Vicenzo Vavuso
Il Tallone d'Achille
Pittoscultura olio su tavola con applicazioni 105 cm x 150 cm x 22 cm
2014

 

BIOGRAFIA

Vincenzo Vavuso

Vincenzo Vavuso nasce a Caserta il 22 ottobre 1972 e fin da piccolo si lascia coinvolgere dalla passione per le arti figurative. Completa gli studi nella sua città natia e alla fine degli anni ’90 si reca a Salerno, dove, anche grazie allo stimolo di un paesaggio unico, progressivamente, dà inizio al suo cammino artistico. Molte sono le città in cui sono state esposte le sue opere in mostre personali: Salerno, Roma, Firenze, Udine, Maiori (Sa), Napoli, Palermo, Dubai. L’ultima performance: “Rabbia e Silenzio” è una mostra d’arte visiva itinerante, già presentata nel periodo di settembre/ottobre 2013 alla Pinacoteca Provinciale di Salerno, successivamente è stata ospitata alla Galleria d’Arte Contemporanea “RossoCinabro” di Roma, dal 7 ottobre 2013 al 27 gennaio 2014 e toccherà molte altre città italiane ed estere. Lo stesso evento nel mese di aprile 2014 verrà patrocinato e presentato nel Comune di Sanremo, mentre nel mese si dicembre sarà ospitato presso il Museo di Rocca Flea di Gualdo Tadino e nel maggio 2015 sarà la volta del Museo d’Arte Contemporanea di Miami. Molte sono le sedi che ospitano permanentemente le sue opere. La Basilica di San Marco Firenze ha acquisito l’opera titolata: Alieno (olio su tela), mentre il Museo di Villa Bruno in San Giorgio a Cremano (Na) detiene l’opera titolata: Fiore mediterraneo (olio su tavola), come l’Ente Istituzionale del Ministero della Difesa è proprietario dell’opera: Sarno (olio su tela), infine la Galleria “Rosso Cinabro” vanta tra la sua collezione di opere la cromoscultura Saper Vedere. L’artista Vincenzo Vavuso non ha organizzato solo mostre personali, ma è stato ospitato in varie collettive e concorsi artistici, ottenendo significativi riconoscimenti, tra cui: medaglia d’argento a La Pergola Arte (Firenze 2010), con l’opera Tempesta; medaglia d’oro al concorso Lilly Brogi (Firenze 2011) per l’opera Tempesta nel cosmo; medaglia d’argento al Concorso Internazionale L’ecologia e l’ambiente 2011 con l’opera Cantiere in disuso e nel 2012 con l’opera Distruzione. Ha pubblicato due volumi d’arte: “La pittura: l’espressione di noi stessi” (edito da Terra del Sole, 2011) e “Rabbia e Silenzio (edito da Cervino Edizioni, 2014) che teorizza l’ultimo ciclo produttivo dell’artista e le ragioni dello stesso progetto, si tratta di un volume d’arte con riferimenti concettuali dell’artista. Il nome di Vincenzo Vavuso è presente in diversi cataloghi ed Enciclopedie d’Arte, tra i quali Enciclopedia Mondadori, La via italiana all’informale, e su cataloghi e riviste di settore come: Effetto Arte, Urbis et Artis, Elite 2014 di Artitalia “Artista Selezionato”. Le sue opere sono presenti in Amsterdam Gallery, Saatchi online, Orler Lab e Commanducci Arte.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più privacy policy.

Accetto i cookies per da questo sito.